Blog navigation

Ultimi post

Virus trasmessi dalle zanzare in Italia e dintorni

Purtroppo le zanzare non causano solo qualche prurito. Sono sempre meno rari i casi in cui anche in Italia si manifestano malattie considerate tropicali il cui vettore sono proprio le zanzare.

 

Quando: Primavera-Estate 2007. Cosa: Chikungunya. Dove: Emilia Romagna nella provincia di Ferrara

Circa 200 persone sono state infettate dal virus trasmesso dalla zanzara tigre. Le aree di provenienza delle persone colpite sono state: Castiglione di Cervia, Castiglione di Ravenna, Cesena e Cervia. Si pensa che il virus sia stato importato da un cittadino straniero proveniente dall'India. Arrivato in Italia il 21 giugno ha manifestato i sintomi due giorni dopo il suo arrivo a Castiglione di Cervia. Il picco dell'epidemia si è manifestato la terza settimana di agosto.

Dalla fine di agosto una intensa sorveglianza è stata istituita presso gli ospedali e gli enti sanitari locali. E' stata intrapresa una forte attività adulticida e di prevenzione in tutta l'area specialmente nelle vicinanze delle residenze delle persone colpite dalla malattia.

La prevenzione e la lotta sono continuate nel 2008 dove non si sono verificati ulteriori casi, ma solo falsi allarmi, segno che la vigilanza è alta.

 

Quando: Settembre 2008. Cosa: Dengue. Dove: Bologna

 

È stato rilevato a Monghidoro, nel bolognese, un caso 'importato' di dengue il cui virus è potenzialmente trasmissibile dalla zanzara tigre. La conferma è venuta dal laboratorio di riferimento regionale dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Policlinico S.Orsola-Malpighi. La persona colpita è una donna di 23 anni di ritorno da un viaggio di piacere in Messico, dove ha contratto la malattia. Al ritorno in Italia ha presentato i tipici sintomi.

Sono state immediatamente attivate le misure di disinfestazione come da specifico protocollo regionale, specialmente nell'area circostante l'abitazione della persona colpita.

 

Quando: Settembre 2008. Cosa: West Nile Virus. Dove: Emilia Romagna nella provincia di Ferrara

Nel ferrarese è stato trovato il virus West Nile che ha colpito i cavalli di alcune scuderie. Si tratta di una malattia infettiva trasmessa anche dalle zanzare tigre. La conferma è arrivata dall'Istituto Zooprofilattico dell’Abruzzo e del Molise, un istituto che tratta le malattie esotiche.

La Regione Emilia-Romagna in collaborazione con l’Ausl di Ferrara, ha messo in pratica un programma di sorveglianza e le solite misure di lotta alle zanzare nell'intorno delle zone colpite. Il virus oltre agli animali può colpire anche l’uomo; attualmente la malattia è diffusa in Africa (soprattutto in Egitto), in Medio Oriente, in India, in Europa e negli Stati Uniti (la prima epidemia è stata dichiarata nel 1999 nella città di New York).

 

Quando: Settembre 2008. Cosa: Dengue. Dove: Firenze

Un venticinquenne che abita a Scandicci è stato infettato da una zanzara durante un viaggio in Thailandia. I sintomi si sono manifestati al suo ritorno. Quest'anno e' il terzo caso di dengue importata che si verifica nella zona.

 

Quando: Ottobre 2008. Cosa: West Nile Virus. Dove: Imola

E’ un'anziana signora la prima vittima italiana del virus West Nile. Si tratta di una meningite virale, trasmessa dalla puntura di una zanzara infetta, che finora aveva colpito solo volatili e cavalli. La diagnosi è arrivata dall’ospedale dove la donna, ultraottantenne, era ricoverata. E’ Gabriele Peroni, del dipartimento di Sanità pubblica, a confermarlo.

 

Quando: Agosto 2008. Cosa: Malaria. Dove: Francia

Due casi di malaria autoctona sono stati segnalati e confermati dall'Ospedale di Nizza. I due pazienti sono una coppia di giovani parigini che non sono mai stati in paesi a rischio malaria, ma che erano in viaggio all'interno del territorio francese. L'ipotesi di contagio piu' probabile e' quella della cosiddetta 'malaria da aereoporto', ovvero il contatto con zanzare infette arrivate in Francia attraverso l'aeroporto di Roissy nei pressi del quale la coppia ha soggiornato nei giorni precedenti la manifestazione dei primi segni clinici della malattia.
Per concludere la carrellata si può dare una occhiata allo studio Aedes albopictus in Italia: un problema sanitario sottovalutato a cura dell'Istituto Superiore di Sanità.
Pubblicato in: Malattie