Blog navigation

Ultimi post

Ochlerotatus rusticus

Questa specie di zanzara, diurna e aggressiva, sta consolidando la sua presenza in Toscana suscitando non poche preoccupazioni da parte delle amministrazioni locali.

Se qualcuno di voi è andato sul litorale Toscano all'inizio della scorsa estate avrebbe potuto essere molestata da grosse zanzare piuttosto aggressive.

Si tratta della Ochlerotatus rusticus, una specie di zanzara tipica degli ambienti forestali e della macchia mediterranea presente da alcuni anni in queste zone. Gli adulti compaiono prima dell’arrivo delle temperature estive più elevate, in genere entro luglio. E' una specie molto aggressiva, le femmine pungono animali e uomo in pieno giorno. Come la zanzara tigre vive in prossimità dei focolai dove è nata.

È una specie tipicamente europea presente in molte regioni dell’Italia peninsulare a quote inferiori ai 300-400 m s.l.m.

La presenza è stata confermata in Toscana, in vaste aree di bosco e di  pineta del litorale intorno a Viareggio. E' in queste zone che suscita la maggiore preoccupazioni la presenza di una zanzara così fastidiosa proprio per gli impatti che potrebbe avere anche sul turismo.

Va segnalato inoltre che a causa delle morfologia delle zone che è solita infestare questa specie di zanzara è difficile da combattere. In molte zone boscose l’intervento è complesso, la folta vegetazione impedisce gli accessi e l’intervento è in alcuni casi subordinato ad autorizzazioni speciali.

Il limite temporale entro cui gli interventi di prevenzione larvicida devono essere effettuati è la fine di marzo. Dopo questa data, in base al ciclo vitale di questa zanzara,  si deve intervenire anche con trattamenti adulticidi, che hanno però un’efficacia minore.

Le condizioni climatiche degli ultimi anni hanno giocato a favore di questi insetti. Già nel 2013 le abbondanti piogge hanno causato una infestazione di Ochlerotatus rusticus piuttosto elevata. Il 2014 non sembra essere da meno, le piogge invernali sono stati tra le più abbondanti degli ultimi anni e le temperature miti favoriranno la diffusione precoce di questa zanzara.

Le pubbliche amministrazioni locali e le ditte incaricate delle disinfestazioni si sono già attivate per contenere il problema. Personalmente ho risposto molta fiducia nelle loro capacità tanto che ho prenotato per una vacanza al mare da quelle parti durante il mese di giugno. Vi tengo aggiornati...

Pubblicato in: Conoscere il nemico