Il carrello è vuoto!

Toxorhynchites - zanzara innocua

Toxorhynchites

Non tutte le zanzare sono nostre nemiche, la Toxorhynchites non solo non punge per portare a temine la riproduzione delle uova ma contribuisce alla riduzione delle larve delle altre specie di zanzara.

La zanzara Toxorhynchites è considerata la più grande zanzare al mondo, le femmine possono raggiungere una lunghezza di quasi 4 cm. Hanno un torace verde metallico, un addome giallo, bianco e nero e strisce sulle gambe. Gli adulti sono attivi durante il giorno e per fortuna, viste anche le generose dimensioni, non pungono uomini o animali per procurarsi sangue.
La Toxorhynchites è nativa dell'Australia, trovano il loro luogo ideale di riproduzione in tutti i ristagni tipici delle foreste quali fessure nei tronchi degli alberi, pozzanghere e altri luoghi dove le loro larve, grandi fino a 10 volte quelle delle altre zanzare, possono svilupparsi al riparo da predatori. Sono proprio le larve che dimostrano una elevata efficienza a cibarsi delle larve delle altre specie di zanzare.

Per questo vengono considerata un predatore naturale delle zanzare e un metodo di contrasto ecologico a questi fastidiosi insetti.

In caso che queste o altre fonti di cibo scarseggino si verificano fenomeni di cannibalismo e le larve si mangiano una con l’altra. Gli adulti sia maschi che femmine si nutrono entrambi di nettare e altre sostanze zuccherine. Gli adulti sono attivi durante il giorno e sono a volte presenti anche nei giardini residenziali durante i mesi più caldi dell'anno.  Di tanto in tanto saranno anche entrati nelle abitazioni preoccupando la stragrande maggioranza delle persone che, non avendo familiarità con questi insetti, avranno pensato di avere a che fare con succhiasangue giganti.

Grazie alla loro efficienza nell'alimentarsi delle piccole larve delle zanzare portatrici di malattie, è attualmente in esame uno studio per rilasciare le zanzare delle specie Toxorhynchites al di fuori della loro area di distribuzione naturale. In questo modo si potrebbe contribuire a combattere malattie trasmesse dalle zanzare come la febbre dengue e il virus del Nilo Occidentale con un metodo totalmente ecologico.

Da citare una curiosità su questi formidabili insetti che, come tutte le zanzare, stupiscono per le capacità di adattamento. Le zampe sono sproporzionalmente lunghe e fragili, molto più della media degli altri ditteri. Questo adattamento sembra essere dovuto al fatto che questi insetti sono ghiotte prede di moltissimi uccelli. Se presa male la zampa dell'insetto si spezza lasciandolo libero di fuggire via.
Le ali sono anch'esse lunghe è fragili, e non consentono un volo rapido, max 2-3 km/h. Nel caso che un uccello le prenda per un ala però non credo che ci sia molto da fare per salvarsi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna