Blog navigation

Ultimi post

Il MosquitoForum va definitivamente in pensione
Il MosquitoForum va definitivamente in pensione

Abbiamo messo off-line il nostro forum, da cui tutto è partito. Un piccolo pezzo di storia che se ne va.

Read more
Decorso punture zanzare tigre nei bambini
Decorso punture zanzare tigre nei bambini

Ecco come si presentano le punture delle zanzare nei bambini particolarmente sensibili.

Read more
Scovare e uccidere zanzare in una camera da letto
Scovare e uccidere zanzare in una camera da letto

Come è possibile che durante il giorno non si vedono zanzare in casa e solo alla notte ronzano nelle orecchie...

Read more
Da dove entrano le zanzare
Da dove entrano le zanzare

Come fanno le zanzare ad entrare in casa anche con le zanzariere?

Read more
Come catturare le zanzare
Come catturare le zanzare

Ci sono diversi momenti in cui è possibile catturare le zanzare. Ogni trappola per zanzare agisce in modo specifico...

Read more

Etofenprox

 

L'Etofenprox è un innovativo principio attivo usato negli insetticidi per zanzare con uno dei migliori profili tossicologici esistenti.

L’Etofenprox è un moderno principio attivo insetticida di recente introduzione nel settore della disinfestazione civile. E’ caratterizzato da un ampio spettro di efficacia ed una elevata velocità d’azione. Tale potere insetticida si manifesta sia per contatto che per ingestione. Allo stesso tempo grazie alle sue proprietà chimiche non persiste nell’ambiente per lunghi periodi.

A conferma delle sue qualità le severe norme di classificazione europea non lo vedono gravato da alcuna simbologia di pericolo fatto salvo quella di "pericoloso per l’ambiente" che è oggi standard per ogni preparato antiparassitario.

L'Etofenprox causa un danno irreversibile al sistema nervoso degli insetti sfruttando un meccanismo d’azione analogo a quello degli insetticidi piretroidi. Non essendo un piretroide dal punto di vista chimico, non subisce l’inattivazione ad opera dei meccanismi che gli insetti solitamente utilizzano per detossificarsi dai piretroidi (elevata sintesi di enzimi del tipo esterasi). Per questo previene l’insorgere di effetti di resistenza considerati un elemento a sfavore dei trattamenti adulticidi.
La tossicità acuta dell’Etofenprox (orale, dermale e per inalazione) è tra le più basse che caratterizzano gli insetticidi per uso civile. Ad esempio il valore della DL50 acuta orale ratto è di 42880 mg/kg.

A conferma delle qualità del principio attivo sono stati effettuati dei test comparativi tra un insetticida a base di Etofenprox e uno comune formulato professionale a base di Cipermetrina.

In un'area altamente infestata da zanzara tigre si è proceduto alla distribuzione di insetticida su alcune aree lasciando quelle adiacenti adibite a controllo. In questo modo si è potuto sfruttare queste ultime a scopo di monitoraggio per misurare gli effetti della disinfestazione.

Il prodotto  base di Etofenprox è risultato il più performante in tutte le varie casistiche trattate durante l'esperimento rispetto al prodotto a base di Cipermetrina. Lo studio ha esaltato le eccellenti qualità abbattenti del principio attivo ma soprattuto le ottime qualità residuali efficace con benefici misurabili anche dopo due settimane dal trattamento.

L’insetticida che propone il MosquitoWeb a base di questo principio attivo è Eto X 20/20 CE nella forma di flacone concentrato 250 ml e di flacone predosato da 5 ml. Il formulato ETO X 20/20CE, contenente oltre ad Etofenprox anche Tetrametrina e Piperonil butossido, mantiene le stesse favorevoli caratteristiche di bassa tossicità orale e dermale dell’Etofenprox allo stato puro. Si può infatti affermare che, per quanto riguarda la tossicità orale ratto di ETO X 20/20 CE sia circa 3 volte e mezzo meno tossico dell’estratto di piretro naturale e circa 25 volte meno tossico della caffeina.

ETO X 20/20 CE Starter Small grazie al suo erogatore incorporato permette di trattare superfici di circa 8 mq.

Con ETO X 20/20 CE flacone 250 ml una volta diluito in acqua ed erogato con una pompa a pressione si possono trattare superfici fino a 1500 mq, con una diluizione che su aree verdi può essere solo dello 0,25%.

 
Pubblicato in: Insetticidi