Blog navigation

Ultimi post

Città degli Stati Uniti a rischio Zika

Pubblicata la mappa delle città a rischio Zika per la stagione 2016. 

Zika è una malattia portata dalle zanzare del genere Aedes aegypti (ancora non presenti in Italia) che si è diffusa rapidamente in tutto l'emisfero occidentale. Mentre il virus è ora una delle principali preoccupazioni in paesi come Brasile e Venezuela non è ancora diventata un grosso problema negli Stati Uniti. Anche oltreoceano la preoccupazione maggiore è che Zika arrivi ad infettare anche le zanzare tigre, molto più diffuse negli ambiti urbani e maggiormente resistenti ai climi invernali. Se questo dovesse accadere sarebbe molto probabile osservare una diffusione rapida e devastante anche in America ed Europa così come sta accadendo in Sud America.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie americano hanno assicurato che lo scenario da incubo è improbabile. "Eventuali focolai di Zika negli Stati Uniti continentali saranno probabilmente limitati". Lo stato che è più a rischio, la Florida, ha molta esperienza con focolai di malattie trasmesse dalle zanzare come la febbre dengue e chikungunya. Insomma... un po' come la nostra Emilia Romagna

In ogni caso il National Center for Atmospheric Research ha prodotto la mappa (visibile ad inizio articolo) che mostra le 50 città più a rischio degli Stati Uniti. La ricerca combina i dati meteorologici, la simulazione di presenza di Aedes aegypti, le stime di esposizione umana alle zanzare e i dati sui trasporti. L'obiettivo dei ricercatori è quello di aiutare i funzionari della sanità pubblica affinchè si preparino ad eventuali focolai Zika.

La mappa mostra dove i fattori più critici si sommano e possono causare un focolaio. In generale: Città con i massimi livelli di viaggi, il più alto numero di zanzare nei mesi estivi e quelle che hanno il clima in cui le zanzare prosperano sono i più a rischio. Si può vedere sulla mappa che questi tre fattori sono tutti più alti in Florida, che ha già dichiarato lo stato di emergenza utile ad aumentare gli sforzi contro le zanzare.

I ricercatori hanno anche fatto notare che c'è una possibilità, a causa di El Niño, che questa estate sarà più calda del normale, alimentando la presenza di zanzare.

Fonte: Vox USA

Pubblicato in: Notizie dalla rete