Il carrello è vuoto!
  • Malattie
  • La Zanzara tigre trasmette malattie

La Zanzara tigre trasmette malattie

zanzare trasmettono malattie

Purtroppo è proprio così, le zanzare tigre possono trasmettere malattie. Anche quelle italiane che sono uguali alle altre, anzi in Italia siamo già stati colpiti e l'abbiamo scampata.

Indagini sul campo e in laboratorio hanno dimostrato, che la zanzara tigre rappresenta uno dei principali vettori di numerose malattie virali tra cui Dengue, Chikungunya e West Nile Virus. A ciò si aggiunge la patologia del verme cardiaco, la Dirofilaria, un nematode filiforme che colpisce soprattutto i cani.
Potenzialmente la zanzara tigre può trasmettere più di 20 virus diversi.

Negli ultimi anni, si sono imposte all’attenzione la Dengue e la Chikungunya, entrambe malattie tipiche delle regioni subtropicali. Un’infezione da Dengue, per la quale sono stati individuati 4 agenti patogeni, può avere un decorso mortale. La malattia ha imperversato anche in Asia e in Sudamerica e molti paesi sono impegnati in una strenua lotta contro questo tipo di epidemie.

Negli USA la Dengue è la patologia infettiva importata più frequentemente dai tropici, tanto che le autorità sanitarie statunitensi nutrono il timore che essa possa propagarsi dal sud verso l’America del Nord. Va ricordato, che un tempo la Dengue era presente anche nel bacino mediterraneo, importata dalle navi spagnole. Il vettore principale, a quei tempi, era rappresentato da Aedes aegypti, una specie di zanzara che fortunatamente, e contrariamente alla zanzara tigre, non riesce a stabilirsi da noi almeno per ora.

Una seconda malattia virale, che in questi ultimi anni sta destando preoccupazione, è il contagio da Chikungunya, che in lingua Swahili significa “persona che cammina curva”. Nell’isola francese La Réunion, nell’Oceano Indiano, nel 2006 è scoppiata un’epidemia di Chikungunya, che ha colpito almeno un terzo dei 750.000 abitanti. Il virus provoca una malattia con sintomatologia febbrile e forti dolori articolari, ma generalmente è a decorso benigno.

È stato dimostrato che la zanzara tigre, diffusasi rapidamente negli ultimi anni senza che le venisse rivolta la necessaria attenzione, ne costituisce il principale vettore. L’intervento delle unità speciali francesi per la lotta contro l’insetto vettore di infezioni, non ha dato l’esito sperato, cioè non è riuscito a debellare la zanzara tigre che oramai si è radicata nell’area. Oltre che alle altre isole sparse nell’Oceano Indiano, l’epidemia di Chikungunya si è estesa all’India e allo Sri Lanka (Ravi, 2006).

Di conseguenza, costituisce motivo di preoccupazione il fatto che la Chikungunya possa colpire anche l’Europa meridionale, in particolare l’Italia, attraverso casi importati, perché la zanzara è in molte località distribuita omogeneamente. Nel periodo compreso fra luglio e settembre 2006 in Italia sono stati registrati complessivamente 17 casi d’importazione del virus della Chikungunya (ECDC, 2006), mentre sinora in Francia ne sono stati registrati oltre 700. In Italia nell’agosto del 2007, la copresenza del vettore, la zanzara tigre, e un virus importato, il Chikungunya, ha causato un’epidemia che ha colpito oltre 200 persone nelle vicinanze di Ravenna.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna